Debutto felice per l’Oman targato Amo il Mondo

Roberto ServettiOttimo debutto per l’Oman di Amo il Mondo, new entry del catalogo ‘Oceano Indiano & Africa’ 2014/2015. La destinazione sta facendo registrare risultati superiori alle aspettative con picchi di particolare rilievo per il ponte dell’Immacolata e, in generale, per le festività natalizie. Interessanti anche i risultati provenienti dal settore honeymoon, che ha recepito molto bene l’ingresso della destinazione nella programmazione del tour operator accordando le proprie preferenze ai pacchetti combinati con i soggiorni mare. Tra le proposte più gradite figurano i sette tour che, in virtù delle diverse fasce di prezzo e programmi, riescono ad intercettare target differenti. Il pubblico può scegliere sia partenze a date fisse che giornaliere, spaziando dal pacchetto di 3 giorni/2 notti nelle singole regioni dell’Oman ai tour più articolati di 13 giorni/12 notti che attraversano tutto il Sultanato, concludendo in alcuni casi l’itinerario nell’eclettica Dubai. Uno dei plus è la presenza in molte proposte di guide parlanti italiano e l’assistenza H24 che caratterizza tutti i viaggi dell’operatore. Riscuotono successo anche le offerte di cinque giorni a Muscat, abbinabili a differenti escursioni, ed i soggiorni mare nella penisola del Musandam e nel Dhofar, in strutture luxury e con partenze dirette dall’Italia. “L’Oman è indubbiamente una delle destinazioni del momento, ma i dati positivi che registriamo fin dall’apertura delle vendite sono una conseguenza del lavoro che abbiamo fatto sulla programmazione – commenta Roberto Servetti, direttore prodotto Amo il Mondo – Proponiamo offerte molto differenti, declinate in fasce di prezzo adatte veramente a diverse tipologie di target. Il ponte dell’Immacolata, che quest’anno permette di vivere un long weekend, ci sta portando ottimi risultati sia con i tour sia con i soggiorni prettamente balneari. Stiamo lavorando per valorizzare ulteriormente il prodotto destinato agli honeymooners che da sempre contraddistingue la nostra programmazione. Per ciò che concerne le festività natalizie siamo a buon punto, ma vediamo che, in generale, ci sono ancora interessanti margini di crescita. È ancora presto per fare previsioni sul lungo termine, ma si possono ipotizzare per questa nuova destinazione percentuali di fatturato vicine alle due cifre in relazione al volume complessivo proveniente dalla zona degli Emirati”.