Trentino: la Val di Sole celebra il Napoli Campione d’Italia

Dopo 33 anni, anche in Trentino si torna a festeggiare il terzo scudetto conquistato da SSC Napoli, grazie al pareggio in trasferta (1-1) ottenuto ieri sera sul difficile campo dell’Udinese. Infatti, la Val di Sole e Dimaro Folgarida negli ultimi 13 anni sono sede ufficiale del ritiro estivo della squadra del presidente Aurelio De Laurentiis. Una partnership che ha sviluppato un forte legame sul piano sportivo, ma anche su quello promozionale, frutto di una significativa e strategica programmazione. Ma già a fine anni ’80 il Napoli del grande Diego Armando Maradona si allenò a Storo, Pinzolo e a Madonna di Campiglio prima di iniziare un lungo tour in varie località del territorio che negli ultimi 13 anni lo ha poi portato nella splendida Val di Sole.

È un vero e proprio trionfo quello della squadra allenata dal tecnico Luciano Spalletti, che ieri si è aggiudicata il terzo titolo italiano dopo quelli dell’epoca di Maradona, datati 1986-1987 e 1989-1990, arrivato con ben cinque giornate di anticipo, al termine di una marcia trionfale in campionato. La conquista del terzo titolo tricolore, a 33 anni dall’ultima affermazione, ha dato il via al tripudio partenopeo allo stadio Friuli di Udine così come per le vie di Napoli dove è esplosa la festa preparata per settimane ed attesa forse da troppo tempo. Lo scudetto si sta festeggiando anche a circa 800 chilometri di distanza, in Trentino, dove l’SSC Napoli effettua la preparazione estiva precampionato da 13 anni, alternandola alle tante opportunità sportive offerte agli amanti dell’outdoor della Val di Sole, come, per esempio, quella di praticare il rafting sul fiume Noce, esperienza in cui i giocatori azzurri si cimentarono al primo anno di ritiro. Dalla discesa del Noce alla vetta del campionato, dunque, adrenalina allo stato puro che si rinnoverà anche il prossimo luglio.

Un primato di longevità, per quanto riguarda le formazioni di serie A che scelgono il Trentino per la preparazione estiva, quello che attiene a questo felice matrimonio, come precisa l’Amministratore delegato di Trentino Marketing Maurizio Rossini: «In questo campionato abbiamo ammirato la marcia trionfale del Napoli Calcio, una macchina praticamente perfetta, capace soprattutto di esprimere un calcio spettacolare, divertente e concreto. E il fatto che la squadra azzurra da 13 anni senza soluzione di continuità abbia deciso di legare il proprio nome a quello del Trentino, della Val di Sole e di Dimaro Folgarida ci inorgoglisce molto e allo stesso tempo ci responsabilizza per garantire anche per il prossimo luglio servizi di qualità e una macchina organizzativa efficiente. Con il Napoli Calcio ci lega non solo una partnership, ma anche un rapporto di affetto e amicizia con il presidente Aurelio De Laurentiis, la sua famiglia e tutto lo staff societario. La collaborazione, fra l’altro, annovera anche significative iniziative di promozione, come la partecipazione alla Borsa mediterranea del Turismo, alla Fiera d’Oltremare che si svolge ogni primavera a Napoli, o nell’area hospitality dello stadio Maradona con la valorizzazione di alcuni prodotti trentini d’eccellenza come il Trentingrana, le mele della Val di Non e il TRENTODOC, a testimonianza di una concreta promozione territoriale che si sviluppa tutto l’anno».

Pur concentrato sugli impegni istituzionali, l’assessore allo sport e turismo della Provincia Autonoma di Trento Roberto Failoni si è sempre tenuto aggiornato sull’andamento della partita di Udine: «Con la squadra neo campione d’Italia c’è una grande amicizia che ci unisce e questo risultato storico l’abbiamo naturalmente accolto con grande entusiasmo anche in Trentino, un territorio che ha l’attività fisica e la vacanza attiva nel proprio Dna, come certifica il fatto che siamo la provincia più sportiva d’Italia, grazie ad infrastrutture di prim’ordine, alle straordinarie condizioni climatiche estive, che identificano il Trentino come una delle zone più gettonate da squadre ed atleti di alto livello per svolgere al meglio la preparazione. Non vedo l’ora di poter incontrare il presidente del Napoli Calcio De Laurentiis e la sua squadra per complimentarmi con lui per il loro risultato superlativo».

«Possiamo dire che il Trentino porta bene – afferma Gianni Battaiola, presidente di Trentino Marketing – perché anche in occasione dell’ultimo scudetto del Napoli di Diego Armando Maradona la preparazione estiva si svolse sul nostro territorio. Napoli che in Trentino è di casa, dunque, poiché in tanti anni ha avuto modo di conoscere e apprezzare molti angoli della nostra terra, costruendo in ogni luogo relazioni ed emozioni. Continuiamo ad essere al fianco del presidente De Laurentiis perché il Trentino possa essere protagonista, oggi come allora, accanto ai grandi campioni, offrendo loro una ambiente ideale e bello per allenarsi, rigenerarsi e conquistare grandi risultati. A tutti gli appassionati la possibilità di incontrare la squadra e soddisfare la loro voglia di sport outdoor con le tantissime offerte di tutto il Trentino».

Luciano Rizzi, Presidente APT Val di Sole commenta così la conquista dello Scudetto: “Siamo decisamente contenti di poter proporre ai tifosi del SSC Napoli due fine settimana completi per assistere agli allenamenti dei propri beniamini e nel contempo diversi giorni per consentire una vacanza alla scoperta del nostro territorio, particolarmente ricco di un patrimonio ambientale che propone gioielli impareggiabili:  le Dolomiti di Brenta patrimonio Unesco, i ghiacciai perenni, le acque termali, il fiume Noce ideale per gli sport aquatici, nonché le due suggestive valli laterali di Peio e di Rabbi nel Parco Nazionale dello Stelvio. E poi ancora le malghe, la ruralità di montagna, l’offerta gastronomica e l’articolata ricettività. Un’offerta decisamente completa, all’insegna della natura grande protagonista, con ospiti veramente d’onore l’SSC Napoli ed i suoi coloriti tifosi, provenienti da tutto il Mondo, che ormai da dodici anni trovano in Val di Sole un momento di relax e divertimento, ma che ci regalano anche momenti importanti di simpatia e particolare coinvolgimento. Due valori inscindibili e classici dell’iconografia partenopea, che quest’estate brilleranno ancora di più grazie al meritatissimo Scudetto!”

«Dimaro Folgarida tifa Napoli – è il commento del Sindaco Andrea Lazzaroni -. Siamo felici di questo risultato storico perché qua in paese siamo legati a tutti i componenti del club azzurro che ogni anno riempie con la gioia dei suoi tifosi il nostro borgo. Sappiamo il lavoro e il sacrificio di tutta la squadra e dello staff e a loro, quindi, vogliamo rivolgere le nostre congratulazioni. Al fischio finale, ieri sera, il primo pensiero è andato all’aspettativa che il prossimo ritiro porta con sé, alla festa e alla partecipazione che ancora di più rispetto a come siamo abituati, ci sarà a Dimaro Folgarida. Aspettiamo i tifosi e il Napoli Calcio con il consueto impegno affinché i Campioni d’Italia trovino le migliori condizioni possibili per preparare nuove imprese sportive».

Il Trentino vanta una lunga tradizione di ospitalità di squadre e federazioni nazionali. Basti pensare che oltre al Napoli per tanti anni la Fiorentina si è allenata a Moena (e quest’anno toccherà al Genoa), il Bologna a Pinzolo, l’Hellas Verona in Primiero, ai piedi delle Pale di San Martino, il Lecce sull’Alpe Cimbra, il Cagliari e il Parma a Peio, la Cremonese in Val di Sole, così come numerose squadre di Serie B, giovanili di serie A, B e Lega Pro, che ogni anno scelgono di svolgere la preparazione estiva nelle nostre vallate ma anche Roma Juventus, Inter e Bayern Monaco in passato. Lo stesso fanno le nazionali italiane di basket, volley, rugby, orienteering, e altre discipline.

Il tifo e l’imbocca al lupo in questi giorni è rivolto poi alla Trentino Volley che si sta giocando il titolo tricolore e alla Dolomiti Energia Basket Trentino qualificata con due turni d’anticipo ai playoff.