Il Jordan Tourism Board lancia un piano di incentivazione per gli operatori italiani

PetraPer incoraggiare il turisti italiani a visitare la Giordania, il Jordan Tourism Board (JTB) ha lanciato un piano d’incentivazione per i tour operator italiani. Il piano, denominato ‘Charter Support Program’, coprirà i posti invenduti su voli speciali dall’Italia alla Giordania in una percentuale che varia tra il 50 ed il 70%, per un valore complessivo di 70.000 dollari. Secondo il direttore generale del JTB, Abed Al-Razzaq Arabiyat, “il mercato italiano è  molto importante per la Giordania e ci auguriamo di incrementarlo. Il nuovo sistema di sostegno per gli operatori non è rivolto soltanto ad incoraggiare la vendita della Giordania da parte dei nostri partner italiani, ma anche alla vasta comunità dei viaggiatori italiani per offrire prezzi più competitivi”. Il piano di sostegno è assegnato alle seguenti condizioni: i tour operator italiani devono programmare almeno un volo charter settimanale, per un totale di 16 voli in quattro mesi; i pacchetti devono prevedere almeno sette notti in Giordania e devono essere adeguatamente promossi sul mercato italiano; infine sono presi in considerazione solo voli diretti con scalo finale in Giordania. Casi specifici ed eccezioni alle condizioni previste saranno in ogni caso studiate ed analizzate dal Jordan Tourism Board.