Gustus porta a Napoli l’eccellenza enogastronomica dal 4 al 6 dicembre

Dieta mediterraneaParte da Napoli, e dalla Mostra d’Oltremare, la nuova sfida dedicata al mondo dell’AgroAlimentare. Dal 4 al 6 dicembre, infatti, la struttura fieristica ospiterà Gustus, il Salone professionale dell’AgroAlimentare, Enogastronomia e Nutrizione nel Centro Mediterraneo, primo appuntamento dedicato, organizzato nel Centro Sud dell’Italia. Confermata quindi la scelta della Mostra d’Oltremare come sede dell’evento dopo la definizione del rapporto fra l’ente Fiera e la Progecta di Angioletto de Negri, organizzatrice di Gustus e di altre fiere professionali di alto profilo come la Borsa Mediterranea del Turismo, Pharmexpo, Arkeda e Showcolate. La nascita di Gustus vuole essere oggi la risposta all’assenza di appuntamenti internazionali del settore nel Centro-Sud ed è l’unica fiera utile per ampliare la visibilità e le relazioni commerciali in questa area. Ad affiancare Progecta nella nuova iniziativa saranno l’Assessorato Regionale alle Attività Produttive, ICE – Istituto per il Commercio con l’Estero, AgriPromos – Azienda Speciale della Camera di Commercio di Napoli, Università, ANEA – Agenzia Napoletana Energia e Ambiente. Il nuovo Salone renderà protagoniste tutte le aziende della filiera dell’alimentare e del beverage, della gastronomia, delle conserve, della nutrizione biologica e controllata e sarà visitata da centinaia di buyers nazionali ed internazionali, da hotel e catene alberghiere, ristorazione e catering, distribuzione organizzata e non organizzata, rivenditori, grossisti, import/export, supermercati ed ipermercati, agenti commerciali, enoteche e gastronomie, negozi specializzati, chef, blogger, giornalisti di settore. L’area espositiva sarà allestita nel nuovo padiglione 6 per 2.000 metri quadrati complessivi, saranno presentate dalle aziende della filiera Alimentare e del Beverage le novità più significative, le eccellenze, gli approfondimenti sui prodotti. Verranno approfonditi in modo specifico i temi e le caratteristiche del prodotto contestualmente alla filosofia di ogni singola azienda.
Saranno allestiti spazi eventi dedicati all’Arte e alla Cultura dell’Enogastronomia. L’area show cooking ospiterà le aziende espositrici e noti chef con presentazioni e dimostrazioni. Il workshop per l’internazionalizzazione del Made in Italy vedrà la partecipazione di venti buyers stranieri interessati ai prodotti italiani provenienti fra l’altro da Emirati Arabi, Russia, Ungheria e Polonia, selezionati in collaborazione con l’Ice. Il workshop è riservato esclusivamente alle aziende espositrici. L’area convegni ed eventi sarà coadiuvata dall’Università della Cucina Mediterranea (UCMED) ed ospiterà professionisti e leader del settore che si alterneranno nelle sale per svolgere corsi di aggiornamento professionale delle diverse categorie riservati agli addetti ai lavori. I temi portanti della manifestazione saranno ‘le eccellenze del territorio’, ‘la sostenibilità alimentare’ con un occhio al prossimo Expo 2015, ‘l’internazionalizzazione del Made in Italy’, ‘la cultura dell’ospitalità attraverso l’enogastronomia’, ‘l’evoluzione della ristorazione moderna’ con particolare focus alla ristorazione d’impulso (street food, take away, happy hour ed aperitivi) e ‘la nutrizione consapevole’ con convegni medico-scientifici. I dibattiti ed i convegni saranno curati da un comitato tecnico-scientifico di alto profilo, composto da professori dell’Università di Napoli, Medici, professionisti. Il programma sarà ricco di incontri, dibattiti e presentazioni di novità e tendenze. Inoltre ci sarà l’Area della Sostenibilità Alimentare, uno spazio espositivo e d’approfondimento, a cura di ANEA – Agenzia Napoletana Energia e Ambiente, dedicato alle realtà imprenditoriali attente all’impatto energetico-ambientale del ciclo produttivo nel settore alimentare. Saranno presentati servizi, prodotti e processi sostenibili, dalla produzione alla distribuzione, dal confezionamento al trasporto, dal riciclo alla produzione di rifiuti alimentari. E poiché la cucina oggi è anche spettacolo, non mancheranno gli ‘show cooking’ allestiti in un’area altamente tecnologica dove si alterneranno aziende e noti chef stellati come, ad esempio, le ‘stelle Michelin’ di Rosanna Marziale.