Ad Albatravel il controllo di CTS Viaggi

CTSL’Albatravel Milano, società del Gruppo Albatravel, ha chiuso nelle ultimissime ore con successo un’importante operazione che l’ha portata ad acquisire il pacchetto di maggioranza della NGT srl (New Generation Travel). “So che già sono uscite delle indiscrezioni su questo importante accordo, come era prevedibile date le società coinvolte nell’operazione, ma solo ora in via ufficiale come presidente del Gruppo Albatravel e con molto orgoglio posso dire che grazie a questo accordo  il nostro Gruppo ha ad oggi il controllo di un numero importante di aziende, tutte legate al mondo del turismo, rientranti nell’orbita di NTG srl – ha dichiarato Aldo Fabris – In particolare, si tratta di tutte le agenzie del network Settimo Tour con quattro uffici di proprietà, un business travel center ed una divisione Mice; della Periplo Viaggi per la parte relativa alla fornitura di biglietteria etnica (con specifica sul Pakistan e India) e di una rete di dodici agenzie affiliate al tour operator. E, ancora, con l’operazione acquisiamo anche una partecipazione di minoranza nel gruppo Le Marmotte divisa tra le sue otto agenzie di proprietà e le oltre ottantotto agenzie affiliate. Ma direi che, senza dubbio – ha proseguito Fabris – il frutto più importante di questa acquisizione è il controllo dell’intero gruppo CTS Viaggi, azienda storica specializzata nel turismo giovanile con un’ottima capacità di penetrazione in un tipo di segmento davvero specifico e particolare che si lega agli ambienti dei ragazzi  e degli studenti universitari. Non a caso, infatti, il CTS è presente con agenzie dirette a Roma, Bologna, Milano e Torino. Ovviamente da parte nostra sarà necessario un grande lavoro di riorganizzazione aziendale che sia in grado di portare innanzitutto all’integrazione ed alla fruttuosa convivenza di realtà operative del mondo del turismo molto diverse fra loro, per questo abbiamo già ottenuto il pieno appoggio e la totale disponibilità del consiglio di amministrazione di NTG. Un lavoro – ha concluso Fabris – che ci vedrà particolarmente impegnati nel ridare lustro ad un Gruppo, quello del CTS Viaggi, che nell’ultimo periodo ha sofferto non poco per le note vicende che l’hanno coinvolto negativamente ed i cui prodotti di punta, in particolare mi riferisco alla  programmazione a lungo raggio ed ai corsi di lingua, hanno bisogno di essere rilanciati sul mercato con una nuova e mirata strategia commerciale”.